TORNA L’OBBLIGO DI DENUNCIA FISCALE PER LA VENDITA DI ALCOLICI
1502
post-template-default,single,single-post,postid-1502,single-format-standard,bridge-core-2.3.5,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,qode_grid_1200,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-22.1,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive
 

TORNA L’OBBLIGO DI DENUNCIA FISCALE PER LA VENDITA DI ALCOLICI

TORNA L’OBBLIGO DI DENUNCIA FISCALE PER LA VENDITA DI ALCOLICI

Dal 30 giugno 2019 torna l’obbligo di presentare la denuncia di attivazione e la correlata licenza fiscale per la vendita di alcolici soggetti ad accisa.

L’incombenza coinvolge anche i soggetti temporaneamente esclusi nel periodo dal 29 agosto 2017 al 29 giugno 2019 quali:

– esercizi pubblici;

– esercizi di intrattenimento pubblico;

– esercizi ricettivi;

– rifugi alpini.

E’ stabilito il termine del 31 dicembre 2019 per la presentazione della denuncia di attivazione di esercizio di vendita ai fini dell’accisa all’Ufficio delle dogane territorialmente competente, utilizzando il modello di denuncia di avvenuta attivazione reperibile sul sito www.adm.gov.it.

Il modello ha carattere indicativo ma non vincolante e la sua presentazione richiede il versamento di una marca da bollo ad esclusione delle ONLUS.