OBBLIGO DOTAZIONE DEFIBRILLATORE (DAE) PER SOCIETA’ SPORTIVE DILETTANTISTICHE
985
post-template-default,single,single-post,postid-985,single-format-standard,bridge-core-2.3.5,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-22.1,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive
 

OBBLIGO DOTAZIONE DEFIBRILLATORE (DAE) PER SOCIETA’ SPORTIVE DILETTANTISTICHE

Dal 01/07/2017 è in vigore l’obbligo di dotarsi di defibrillatori anche per le associazioni e le società sportive dilettantistiche.

I Ministri della Salute e dello Sport hanno precisato con il decreto 26/06/2017 alcuni aspetti attuativi:
• ogni impianto sportivo deve essere dotato di un defibrillatore semiautomatico o a tecnologia più avanzata
• nel corso delle gare deve essere presente una persona formata all’utilizzo del dispositivo salvavita
• gli obblighi gravano in capo a tutte le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano una delle 396 discipline sportive riconosciute dal Coni ( delibera 20/12/2016, n. 1566 del Consiglio Nazionale del Coni)
• sono escluse dall’obbligo di dotazione del defibrillatore e dalla presenza obbligatoria del personale formato durante le gare le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano la propria attività al di fuori di un impianto sportivo
• sono escluse dagli obblighi le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano sport a ridotto impegno cardiocircolatorio, il cui elenco è contenuto nell’allegato A del decreto (a titolo esemplificativo: bowling, bocce, dama e freccette, tanto per citarne alcuni).