LEGIONELLA: COS’E’ E COME AVVIENE L’INFEZIONE ?
1664
post-template-default,single,single-post,postid-1664,single-format-standard,bridge-core-2.3.5,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,qode_grid_1200,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-22.1,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive
 

LEGIONELLA: COS’E’ E COME AVVIENE L’INFEZIONE ?

LEGIONELLA: COS’E’ E COME AVVIENE L’INFEZIONE ?

 

 

La legionellosi è un’infezione causata dai batteri del genere Legionella i cui sintomi si manifestano in due forme distinte:

  • Malattia dei Legionari (forma più grave con polmonite)
  • Febbre di Pontiac (forma leggera di infezione)

 

La contaminazione avviene per l’uomo mediante l’inalazione di micro particelle d’acqua in cui è inglobato il batterio, in particolare durante docce e/o utilizzo di condizionatori.

 Le strutture turistico-ricettive, come alberghi, b&b, stabilimenti balneari e piscine, sono fra i luoghi a maggior rischio di esposizione al batterio sia per la clientela che per i lavoratori.

 

Vista l’entità e la diffusione del fenomeno, diverse Asl hanno emanato delle linee guida per una corretta gestione del rischio ed intensificato i controlli ufficiali.

Viene richiesta, oltre ad eventuali interventi di bonifica e/o sanificazione, una valutazione specialistica al fine di definire la situazione aziendale e prevenire il contagio della clientela e del personale operante presso la struttura.

 

I PASSI DA COMPIERE PER LA PREVENZIONE

  • Effettuare un’ispezione della struttura per individuare i punti critici dell’impianto;
  • Effettuare un’accurata analisi del rischio con cadenza almeno biennale;
  • Nominare un Responsabile, esperto nelle misure di prevenzione e controllo dei problemi connessi alla legionellosi;
  • Istituire un Registro degli Interventi eseguiti sull’impianto e sui vari componenti della struttura, approvati e firmati dal responsabile.
  • Attuare misure di prevenzione per la riduzione del rischio (ad es. far scorrere l’acqua sia fredda sia calda dai rubinetti e dalle docce delle camere con frequenze settimanale e, comunque, sempre prima che vengono occupate) e/o interventi di bonifica (shock termico, iperclorazione etc..);

 

Securitas è in grado di offrirvi l’assistenza necessaria per la redazione della valutazione specialistica ed indicarvi gli interventi più efficaci per garantire la tutela del personale, della clientela ed evitare eventuali sanzioni.