LA FORMAZIONE DEGLI ADDETTI AD ATTIVITA’ IN PRESENZA DI TRAFFICO VEICOLARE
974
post-template-default,single,single-post,postid-974,single-format-standard,bridge-core-2.3.5,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,qode_grid_1200,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-22.1,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive
 

LA FORMAZIONE DEGLI ADDETTI AD ATTIVITA’ IN PRESENZA DI TRAFFICO VEICOLARE

Il Decreto Interministeriale 04/03/2013, entrato in vigore il 20/04/2013, individua, ai sensi del D.lgs. 81/2008, i criteri generali di sicurezza relativi alle procedure di apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare.

I datori di lavoro devono assicurarsi che ciascun lavoratore riceva una informazione, formazione e addestramento specifici relativamente alle procedure di apposizione della segnaletica stradale e svolgimento delle attività in sicurezza.

All’allegato II del Decreto sono indicati i contenuti minimi dei corsi di formazione per preposti e operatori addetti alle attività’ di pianificazione, controllo e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgano in presenza di traffico veicolare.

Il percorso formativo è strutturato in tre moduli della durata complessiva di 8 ore per gli operatori e di 12 ore per i preposti, più una prova di verifica finale.

L’aggiornamento della formazione dei lavoratori deve essere svolto ogni quattro anni per mezzo di un corso teorico-pratico di durata minima di 3 ore, di cui 1 ora di contenuti tecnico-pratici, in caso di modifiche delle norme tecniche.